Venezia è ancora viva !

Forse guardando questa immagine verrebbe in mente apocalypse now.

Oppure tradotto in dialetto veneziano, verrebbe da dire ostrega  cosa nase?

Avete presente quei film catastrofici, con nuvoloni grigio-neri che avanzano impetuosi su città bellissime per ridurle in frantumi? Proprio come quando un preziosissimo bicchiere di cristallo sfugge ad una mano maldestra per sfracellarsi miseramente in mille pezzi sul pavimento.

E invece no ! Niente nuvoloni, niente pioggia.

Questa foto è stata scattata in un bellissimo pomeriggio di sole, ad ottobre.

Non ci credete?   Eppure è così!

Non c’entra nemmeno photoshop, ma un semplice gioco di fuochi. Lascio alla vostra immaginazione  pensare di cosa possa trattarsi.

A guardarla questa foto però, un pò di angoscia la fa venire. Mi ricorda quei sogni turbolenti da cui ci si sveglia con il cuore in gola nel bel mezzo della notte, presi dall’ansia per poi guardarsi attorno, risintonizzare i propri neuroni e dire….  è stato solo un brutto sogno.

Venezia fortunatamente è ancora viva, lo si vede ogni  giorno, dal brulichio di gente che la mattina presto si mette in moto affrontando le difficoltà quotidiane che questa città impone:

il sali scendi dai ponti, permesso!, permesso chiamano a voce alta i facchini  trascinando carretti pieni di valige.

Dal traffico di pendolari che si incamminano a passo veloce per accalcarsi  nei vaporetti,

dalla massa di turisti che non manca mai

dai negozi che aprono (ma anche chiudono)

dai panni stesi

dal traffico di imbarcazioni sul Canal grande

il mercato del pesce

i caffè

Venezia mi piace immaginarla come una vecchia signora, dai tratti simil orientali e nonostante sappia mantenere il suo splendore, ha i suoi acciacchi, eccome se ci sono; ha bisogno di tenersi un pò riguardata e di alcune cure perché gli anni si sà, ci sono.

Ma chi frequenta questa signora se ne renderà conto?

A volte i molti che le fanno visita, pretendono un pò troppo da lei, a volte non si fanno molto riguardo nel darle uno spintone sciupandole il bel vestito o magari non si accorgono di quanto sia stanca e sia giunto il momento di raccogliere le proprie cose in modo diligente per tornarsene da dove si è venuti.

Ecco sarebbe bello vedere un pò più di attenzione per questa città, perché non si sa mai i nuvoloni impetuosi potrebbero arrivare per davvero !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...