La poltrona rossa

Sdruscita, consunta, anche un pò menomata, forse recuperata da qualche vecchio appartamento.

A chi sarà venuto in mente di allestire in questo modo la propria imbarcazione?

Forse un pescatore che ricerca un pò di comodità  durante il duro lavoro, oppure ad un tipo bizzarro, che vorrebbe simulare in modo roccambolesco una barca di grande stile?

Questa foto l’ho scattata qualche anno fà e mi ha sempre fatto un pò  sorridere.

Eppure a ben guardare la poltrona rossa ci sta proprio bene in questo insolito alloggio, sembra quasi invitante e voler invitare ad una passeggiata sulle acque; acque che scorrono fluide tra palazzi  secolari, tra muri scalfiti dal tempo;

muri che parlano di storia o che semplicemente raccontano una storia.

La comodità è assicurata, ed ha pure la sua importanza, si perché per poter ammirare cotanta bellezza non lo si può fare a passo veloce, oppure seduti su gradinate scansando la gente che passa.

Forse semplicemente la barca con la poltrona rossa, apparterrà ad uno strano personaggio, che vuole assaporare l’insolito paesaggio di una città di cui ancora tanto si parla, perché è stata costruita sull’acqua.

M.Elisa L.