Il mare arrabbiato

Una signora con il viso segnato dal tempo, mentre guardava il mare mi disse: è ancora arrabbiato.

E’ già sera, anche se non è ancora sera,

l’ aria è umida e carica di salsedine, l’umidità la si sente penetrare nelle ossa.

Il vento non sembra volergli dar tregua: lo istiga, lo incoraggia, e così

le onde diventano sempre più forti, si infrangono rumorose sulle rocce come uno schiaffo.

Il faro dall’ alto lo osserva silenzioso ed impotente, nulla si può fare per calmare la rabbia del mare.

Qualcuno sta ad ascoltare con aria preoccupata, sperando di capire se tutto questo potrà aver presto una fine.

Intanto si accendono le luci, la città vuole prepararsi per la notte,

in qualche locale si comincia a ballare

Si attende l’ arrivo della luna,

forse lei riuscirà a calmare il mare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...